La cerimonia in ricordo del disastro di Marcinelle fa tappa a San Pietro

SAN PIETRO AL NATISONE. L’annuale commemorazione del disastro di Marcinelle, che tocca di edizione in edizione un Comune diverso del Friuli Venezia Giulia, fa tappa oggi a San Pietro al Natisone, dove sorge l’unico monumento della regione dedicato ai minatori. La cerimonia inizierà alle 9. 30, con l’alzabandiera e la deposizione di una corona davanti al palazzo municipale, alla presenza del prefetto di Udine, di una rappresentanza delle forze dell’ordine, di una decina di sindaci del territorio e dell’Associazione minatori delle Valli del Natisone, area che non pianse nessuno, all’epoca, ma che pagò un duro prezzo, in termini di emigrazione, alle miniere. Ci si sposterà poi nella sala del consiglio comunale, dove si terrà la rievocazione del dramma; successivamente in chiesa verrà celebrata una messa di suffragio, nel corso della quale sarà data lettura dei nomi di tutte le vittime: verrà ricordato anche Redento Novelli, di Remanzacco, l’unico friulano che prese parte alle drammatiche operazioni di recupero delle salme dalla miniera. Intanto l’8 agosto, anniversario della disgrazia e dal 2001 “Giornata Nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo”, i consiglieri regionali Elia Miani e Cristiano Shaurli si sono recati in visita proprio a Marcinelle. La trasferta è stata organizzata dall’associazione Eraple, con il sostegno economico della Regione. –L. A. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI